Rapporto e-commerce 2017 - risultati in crescita per l’Italia

L’e-commerce in Italia continua a crescere ma la distanza dalle altre nazioni europee resta ancora ampia.

È questa la fotografia che esce fuori dall’ultimo Rapporto e-commerce 2017, diffuso da BEM Research in collaborazione con Il Sole 24 Ore dal titolo “Luci e ombre del commercio online in Italia”.

Il report conferma ancora una volta, se mai ce ne fosse bisogno, che essere presenti sul web in maniera efficace rappresenta per le aziende nostrane una grande opportunità per aumentare le vendite e ampliare il pubblico di riferimento, una cosa impensabile fino a 10 anni fa.

Infatti, il giro d’affari generato dal solo mercato italiano dell’e-commerce è ulteriormente migliorato rispetto allo scorso anno, passando da 21 a 26 miliardi di euro con un +23,4%, così come la nostra quota all’interno del mercato europeo, che è salita dal 3,6 al 4,2%.

Tuttavia, nonostante la crescita certificata, la forbice che ci divide dalle maggiori nazioni europee è ancora troppo grande.

Basta pensare che la Gran Bretagna ha un peso quasi dieci volte maggiore rispetto al nostro (38,5%), la Germania quattro (16,4%) e la Francia abbondantemente il doppio (10,1%).

LEGGI ANCHE:  Nubia Z17: Specifiche da urlo, ma soprattutto, che bello!

Gli acquisti online sono un’attività privilegiata dal 29% della popolazione italiana compresa tra i 15 e i 74 anni che, durante i primi dieci mesi dell’anno, hanno concluso almeno una transazione sul web (già +3% rispetto al 2016).

E il settore che ha beneficiato maggiormente di questa crescita è quello del fashion retail (abbigliamento, calzature, accessori) che da solo occupa una fetta di mercato vicina al 4%, dovuta soprattutto all’appeal generato sui consumatori più giovani, quelli fino ai 35 anni.

Un risultato, però, alquanto esiguo se confrontato con la media europea (55%), quasi da far impallidire se paragonato alle solite Francia (66%) e Germania (74%), ma soprattutto a Danimarca (82%) e Lussemburgo (79%).

Sono circa l’8% le imprese italiane che fanno stabilmente affari sul web (+1% rispetto al 2016), generando un fatturato pari al 6% del totale, numeri che, nonostante tutto, fanno ben sperare sul recupero del terreno perduto rispetto alla media europea (18%) nei prossimi anni, a patto però che ci sia un cambiamento forte e radicale per quanto riguarda i comportamenti sul web.

LEGGI ANCHE:  Idee regalo, la tecnologia vi viene incontro!

Diventa così necessario, al fine di rendere le nostre PMI competitive non solo sul mercato interno ma anche sulla scena UE, intraprendere strategie mirate alla soddisfazione dei desideri e delle necessità degli utenti, quelle che poi sono le caratteristiche che ogni azienda deve possedere per avere un numero di vendite sempre maggiore e affermarsi sul web.

Questo significa non incorrere più in errori grossolani come un’errata conoscenza delle giacenze di magazzino, dovuta alla mancanza di un riscontro in tempo reale sui dati forniti, a causa di strumenti di gestione tecnologicamente arretrati, che non rappresentano un supporto adeguato per tutti quegli imprenditori che vogliono ampliare il proprio business vendendo online.

Dunque, per scongiurare questi pericoli, è fondamentale dotarsi di un software gestionale integrato all’e-commerce, e in tal senso uno dei più innovativi e semplici da utilizzare disponibili sul mercato italiano è MagicStore.

MagicStore è un sistema in cloud specifico per il settore fashion retail, che garantisce la perfetta comunicazione tra il gestionale e il sito e-commerce, per rendere la vendita online semplice, veloce e automatizzata.

LEGGI ANCHE:  PC sempre più lento? Potrebbe esser colpa di un virus

Grazie all’integrazione, con pochi click è possibile scegliere i capi da pubblicare in rete tra quelli già presenti all’interno del software, senza preoccuparsi di effettuare più volte il carico e lo scarico perché tutto viene gestito contabilmente e i prodotti venduti eliminati dalle disponibilità.

In questo modo sarà molto più facile venire incontro alle  esigenze degli utenti in rete, godendo, allo stesso tempo, di maggiore visibilità per raggiungere potenziali clienti in tutto il mondo, aumentare le vendite e i guadagni ed eliminare le giacenze di magazzino e il rischio di invenduto.

Contribuendo così al rilancio delle PMI tricolore sul web, nella scalata ai vertici del mercato europeo dell’e-commerce.

Scopri le migliori offerte Amazon!Amazon Prime GRATIS per 30 giorni!

Non perdere le nostre guide e le nostre recensioni, seguici su: