Komu K60 - La nostra recensione

Questo smartphone – Komu K60 – sorprende per la buona qualità costruttiva.

Lo smartphone, prodotto dall’italianissima Komu, si distingue per una scelta di materiali di qualità superiore. Il retro in alluminio satinato con lettore di impronte integrato fa da contorno al bellissimo display da 5 pollici con angoli curvi 2,5D.

La prima sensazione è di avere in mano un dispositivo di fascia media o medio-alta costruito dai soliti brand di grido. E invece, finalmente, abbiamo in mano uno smartphone 100% italiano!

Komu K60 Silver – La nostra recensione

Ho analizzato con attenzione i punti salienti dello smartphone che influenzano effettivamente l’esperienza d’uso dello stesso. L’analisi sarà ovviamente rapportata al prezzo e alla fascia del dispositivo in modo da avere sempre il focus sul rapporto qualità/prezzo.

Komu K60 – Analisi display

Il Komu K60 ha un display molto bello, con colori vivi e luminosissimo! Il pannello IPS da 5 pollici con copertura Gorilla Glass 3 e ancoli curvi 2,5D è veramente piacevole, estremamente luminoso e con risoluzione HD. Alla luce del sole si vede bene, il sensore per la luminosità automatica fa il suo dovere garantendo sempre condizioni ottimali con tempi di risposta accettabili. Gli angoli di visione sono nella norma per un pannello IPS. Forse leggermente troppo saturi i colori.

EUR 175,99

Recensione Komu K60 – Un punto sulle prestazioni

Davvero sorprendenti, non si impunta quasi mai, rimane fluido in ogni situazione anche con multitasking più spinti.

Il processore Mediatek MTK6753 Octacore con velocità di clock 1.3GHz con i 3Gb di RAM fanno andare questo Komu K60 davvero bene! Ho testato diverse app d’uso quotidiano come Whatsapp, Messenger, Facebook, Spotify e Instagram senza mai avere un rallentamento o un incertezza… non me lo aspettavo.

Lettore di impronte sul Komu K60

Il sensore di impronte, posizionato centralmente sul retro del telefono, non è propriamente il punto di forza del Komu K60, funziona sì ma non sempre.

Il lettore permette di caricare più impronte in modo rapido ed intuitivo così da proteggere cartelle nel dispositivo (funzione cassaforte) e di sbloccare il telefono in modo rapido poggiando il dito sullo stesso. Diventa leggermente irritante quando non vuole saperne di riconoscere l’impronta (successo in 3 o 4 occasioni nell’arco della giornata).

Komu K60 – Spazio di archiviazione

Come quasi tutti gli smartphones di questa fascia troviamo 16Gb di memoria espandibili tramite scheda MicroSD rinunciando alla seconda SIM.

CELLULARE KOMU K60 DUAL SIM 5" 4G

EUR 175,99

Komu K60 – Batteria, audio e ricezione

La batteria ha una capacità di 3050mAh e permette di arrivare a fine serata con un utilizzo abbastanza stressante. Dopo una giornata media (start alle 7 del mattino e termine alle 23.30 circa)  con circa 50 minuti di chiamate, circa 200 tra whatsapp, email e messenger e circa 2 ore di social avevo ancora il 10% di batteria, niente male!

L’audio è nella norma: volume alto per l’audio in capsula e volume leggermente più basso per la cassa esterna posta sul retro dello smartphone. L’audio rimane sempre limpido e pulito sia per la capsula che per il vivavoce. Scarsa la scelta di suonerie per chiamate e notifiche tra cui poter scegliere, si è costretti ad usufruire di contenuti esterni, si poteva fare qualcosina in più.

LEGGI ANCHE:  Doogee X30: Quando 2 fotocamere non bastano... eccone 4

Ricezione praticamente perfetta, segnale forte in ogni situazione! Lo smartphone è dual SIM con tecnologia dual-standby ma bisogna scegliere tra la doppia SIM e la scheda di espansione MicroSD (quasi essenziale considerando i soli 16Gb di spazio).

Recensione Komu K60 – Design e materiali

Design premium, non si discute. L’alluminio satinato di buona qualità utilizzato su questo Komu K60 regala belle sensazioni. Sembra di avere tra le mani un dispositivo di prezzo più alto complice anche l’interessante display con bordi curvi 2,5D.

I tasti sul frontale rispondono bene, sul retro la fotocamera è impreziosita da una cornice metallica.

Analisi fotocamera – Komu K60

La fotocamera posteriore con sensore da 13Mp e apertura focale f/2.0 permette ottimi scatti in condizioni luminose ottimali come all’esterno o in ambienti luminosi, si può notare un leggero disturbo sulle foto in notturna o in condizioni difficili.

Buone le foto macro, la messa a fuoco è rapida e ottimale.

Fotocamera anteriore da 5Mp per selfie non particolarmente brillanti, nella media.

Recensione Komu K60 – Considerazioni finali

Il Komu K60 (in vendita su Amazon a EUR 175,99 ) è uno smartphone “Made in Italy” con prestazioni davvero interessanti. Il processore octa-core Mediatek e i 3Gb di RAM rendono questo Komu K60 davvero fluido in ogni utilizzo quotidiano senza sfigurare con videogames più pesanti grazie alla GPU Mali-T720.

LEGGI ANCHE:  Samung Galaxy Note Fan Edition: Il Ritorno di Galaxy Note 7

Il design e i materiali molto ricercati rendono il Komu K60 bello e gradevole al tatto restituendo sensazioni da top di gamma.

Komu K60 – Scheda tecnica

 

  • Display da 5.0″ IPS TFT 2.5D
  • CPU Mediatek octa-core da 1.3Ghz
  • GPU Mali-T720
  • Memoria RAM 3Gb
  • Memoria 16Gb
  • Fot. post. da 13MP con flash LED
  • Fot. ant. da 5MP
  • Batteria da 3050mAh
  • Dimensioni 143 x 71 x 9.35 mm
  • Peso 155 grammi

Smartphone Android sono i 200 euro

Non perdere le nostre guide e le nostre recensioni, seguici su:

  • Michael Polisini

    Non per qualcosa, ma dagli screen da te postati, si nota chiaramente un consumo anomalo della batteria. Non è normale che a fine serata, si arrivi con una percentuale di consumo maggiore del modulo wi fi e del telefono inattivo, rispetto al tempo in attività dello schermo. Che poi, usarlo per 2h e 17m e arrivare al 10% di batteria, è sinonimo di scarsa autonomia.

    • Chris Palmieri

      Ciao Michael, il consumo di batteria da parte del modulo wi-fi è stato “alterato” dall’ambiente di test purtroppo, nella giornata ho lasciato sempre attivo il wi-fi senza considerare che in ufficio il segnale arriva malissimo (ho la connessione via LAN e il wi-fi a circa 50/70 metri!). Nella stessa giornata, sempre sotto wi-fi, ho aggiornato tutte le APP di serie ed ho installato circa 20 applicazioni extra (ho fatto partire il tutto ed ho bloccato lo schermo). Potrebbe essere stata questa serie di fattori a far uscire questo dato che hai giustamente segnalato come anomalo.