Case e uffici sempre più smart

0

Case e imprese sempre più intelligenti e connesse. L’internet of things entra, a grandi passi, nella quotidianità di tutti e la tanto temuta invasione dei robot potrebbe rivelarsi, in realtà, una sorpresa inaspettata, dai risvolti pratici importanti. Il mondo smart cresce, come rileva l’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano e non sembra voler frenare la ricorsa verso nuovi successi.

Casa e applicazioni industriali, il mondo si fa smart

Arrivano i robot. In casa, in ufficio, in fabbrica. Arrivano per aiutare e semplificare la vta delle persone, soprattutto quelle con difficoltà motorie. «Nei prossimi mesi e nei prossimi anni – spiega Giulio Salvadori, direttore scientifico dell’Osservatorio Internet of Things del PoliMi – avremo una forte crescita del mercato IoT, trainata dallo smart metering, cioè dall’introduzione di contatori più intelligenti, dalla diffusione delle smart car, dalla casa intelligente e dalle applicazioni industriali. I contatori di gas ed elettrici di nuova generazione continueranno a essere messi in servizio fino alla fine del 2018, mentre l’entrata in vigore della normativa eCall per allertare i soccorsi in caso di incidente stradale renderà le vetture sempre più connesse. Nel frattempo sono iniziate sperimentazioni della tecnologia 5G per le telecomunicazioni a Bari,  Matera, Milano e Prato, segnando un primo passo versa una rete cellulare sempre più potente e veloce».

Le pulizie sono un vecchio ricordo

Come aiutano i robot? In tanti modi diversi. Aiutano nella gestione delle persone anziane, ricordando gli orari delle medicine o accompagnandoli da una parte all’altra della casa, aiutano nella gestione delle faccende domestiche. La casa sarà brillante, fresca e profumata sempre, grazie a questi preziosi aiutanti. E così anche gli uffici. Basti pensare che sono allo studio una serie di innovazioni legate al mondo degli aspirapolvere, un assaggio è dato dal disco che oggi si muove in piena autonomia sul pavimento di casa, pulendo e lucidando i luoghi del passaggio. Ma nell’attesa di capire come si evolverà il mercato degli aspirapolveri e, soprattutto, per far fronte alla necessità di dotarsi di attrezzature qualificate quando si ha a che fare con la pulizia di ampi spazi, come uffici e fabbriche, è bene fare ricorso alle innovazioni nelle procedure di acquisto. Un suggerimento è quello di risparmiare tempo acquistando on line le migliori attrezzature per le pulizie professionali, a partire dall’aspirapolvere industriale proposto da Giffi Market.

LEGGI ANCHE:  Fortnite su Android, gli smartphone compatibili per giocare al gioco del momento

Non solo pulizie, la casa si fa domotica

Ma la casa intelligente non è solo quella che risparmia la fatica delle pulizie. Case e uffici intelligenti, infatti, sanno regolare il consumo energetico e mettere in sicurezza gli spazi. Lo fanno anche da remoto.  In Italia la casa domotica prende forma in provincia di Pisa, con un progetto realizzato grazie a un accordo tra il Comune di Peccioli e l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Si chiama DomoCasa Lab, è una vera casa, dotata di soggiorno, cucina, camere da letto, bagni, arredati e funzionanti. Il frigo ti avvisa quando sta per finire il latte e ti ricorda anche di non mangiare troppe calorie. In più, ti aiuta a cucinare la cena, suggerendoti speciali ricette. Qui, tra l’altro, è stato sperimentato anche Robot-Era, il progetto UE, finanziato con 8,7 milioni di euro, che ha visto protagonisti tre robot: DoRo, CoRo e Oro. A DoRo (Domestic Robot), il compito di aiutare in a casa. A CoRo (Condominium Robot) quello di semplificare la vita di condominio. A ORo (Outdoor Robot) quello di occuparsi della spesa, ordinata tramite sms.

Case e imprese sempre più intelligenti e connesse. L’internet of things entra, a grandi passi, nella quotidianità di tutti e la tanto temuta invasione dei robot potrebbe rivelarsi, in realtà, una sorpresa inaspettata, dai risvolti pratici importanti. Il mondo smart cresce, come rileva l’Osservatorio IoT del Politecnico di Milano e non sembra voler frenare la ricorsa verso nuovi successi.

LEGGI ANCHE:  Stampanti per uso ufficio: quale scegliere?

Casa e applicazioni industriali, il mondo si fa smart

Arrivano i robot. In casa, in ufficio, in fabbrica. Arrivano per aiutare e semplificare la vta delle persone, soprattutto quelle con difficoltà motorie. «Nei prossimi mesi e nei prossimi anni – spiega Giulio Salvadori, direttore scientifico dell’Osservatorio Internet of Things del PoliMi – avremo una forte crescita del mercato IoT, trainata dallo smart metering, cioè dall’introduzione di contatori più intelligenti, dalla diffusione delle smart car, dalla casa intelligente e dalle applicazioni industriali. I contatori di gas ed elettrici di nuova generazione continueranno a essere messi in servizio fino alla fine del 2018, mentre l’entrata in vigore della normativa eCall per allertare i soccorsi in caso di incidente stradale renderà le vetture sempre più connesse. Nel frattempo sono iniziate sperimentazioni della tecnologia 5G per le telecomunicazioni a Bari,  Matera, Milano e Prato, segnando un primo passo versa una rete cellulare sempre più potente e veloce».

Le pulizie sono un vecchio ricordo

Come aiutano i robot? In tanti modi diversi. Aiutano nella gestione delle persone anziane, ricordando gli orari delle medicine o accompagnandoli da una parte all’altra della casa, aiutano nella gestione delle faccende domestiche. La casa sarà brillante, fresca e profumata sempre, grazie a questi preziosi aiutanti. E così anche gli uffici. Basti pensare che sono allo studio una serie di innovazioni legate al mondo degli aspirapolvere, un assaggio è dato dal disco che oggi si muove in piena autonomia sul pavimento di casa, pulendo e lucidando i luoghi del passaggio. Ma nell’attesa di capire come si evolverà il mercato degli aspirapolveri e, soprattutto, per far fronte alla necessità di dotarsi di attrezzature qualificate quando si ha a che fare con la pulizia di ampi spazi, come uffici e fabbriche, è bene fare ricorso alle innovazioni nelle procedure di acquisto. Un suggerimento è quello di risparmiare tempo acquistando on line le migliori attrezzature per le pulizie professionali, a partire dall’aspirapolvere industriale proposto da Giffi Market.

LEGGI ANCHE:  Anche in Italia si investe di più sui software per le imprese

Non solo pulizie, la casa si fa domotica

Ma la casa intelligente non è solo quella che risparmia la fatica delle pulizie. Case e uffici intelligenti, infatti, sanno regolare il consumo energetico e mettere in sicurezza gli spazi. Lo fanno anche da remoto.  In Italia la casa domotica prende forma in provincia di Pisa, con un progetto realizzato grazie a un accordo tra il Comune di Peccioli e l’Istituto di Biorobotica della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Si chiama DomoCasa Lab, è una vera casa, dotata di soggiorno, cucina, camere da letto, bagni, arredati e funzionanti. Il frigo ti avvisa quando sta per finire il latte e ti ricorda anche di non mangiare troppe calorie. In più, ti aiuta a cucinare la cena, suggerendoti speciali ricette. Qui, tra l’altro, è stato sperimentato anche Robot-Era, il progetto UE, finanziato con 8,7 milioni di euro, che ha visto protagonisti tre robot: DoRo, CoRo e Oro. A DoRo (Domestic Robot), il compito di aiutare in a casa. A CoRo (Condominium Robot) quello di semplificare la vita di condominio. A ORo (Outdoor Robot) quello di occuparsi della spesa, ordinata tramite sms.

Scopri le migliori offerte Amazon!Amazon Prime GRATIS per 30 giorni!

Non perdere le nostre guide e le nostre recensioni, seguici su: